Sabato 14 e domenica 15 febbraio 2015 Azione Gay e Lesbica ed IREOS hanno promosso TOSCANA LABORATORIO DEI DIRITTI LGBTI, una due giorni di incontro, dibattito e riflessione con l’obiettivo di aprire un confronto aperto - non solo a soggetti del nostro Movimento - sulle politiche per la popolazione LGBTI in ambiti come CULTURA, WELFARE, SCUOLA e FORMAZIONE anche in vista delle prossime elezioni regionali.

La giornata del sabato ha visto la presenza di alcune amiche e alcuni amici che hanno sviluppato ricerche su temi specifici e che possono testimoniare esperienze e fatiche nel realizzare interventi innovativi sui territori, spesso con l’appoggio delle Istituzioni e della Pubblica Amministrazione. Ad introdurre le giornate Valeria Santini (Azione Gay e Lesbica) e Barbara Caponi (IREOS). Dopo i saluti di Sara Fusaro (Assessora alle Pari Opportunità Comune di Firenze), Elsa Fulgenzi (ANPAS) e Jacopo Forconi (ARCI), è intervenuto Alexander Schuster, coordinatore progetto www.rightonthemove.eu (Università di Trento) con una relazione su Dignità ed inclusività nell’Italia di oggi.

La sessione CULTURA, coordinata da Roberta Vannucci (IREOS) e Marco Ravaioli (Azione Gay e Lesbica), alla presenza di Sara Nocentini (Assessora alla Cultura della Regione Toscana), ha visto gli interventi di Camilla Seibezzi (già delegata ai diritti civili, politiche contro le discriminazioni e la cultura LGBTQ Comune di Venezia) con una relazione su La cultura del diritti e la tutela del minore nelle famiglie LGBTQ e di Giovanni Minerba (direttore artistico Torino GLBT Festival) con un intervento intitolato Da Sodoma a Hollywood: 30 anni di Torino Gay e Lesbian Film Festival.

La sessione SCUOLA e FORMAZIONE, coordinata da Maria Lo Re (Azione Gay e Lesbica) e da Mauro Scopelliti (IREOS), alla presenza di Simona Boboli (dirigente del Comune di Firenze ai Servizi all’Infanzia), ha visto gli interventi di Rosario Murdica (esperto in progettazione sociale, consigliere nazionale Arcigay) con una relazione su La costruzione di partenariati complessi nei progetti contro le discriminazioni e di Daniele Del Pozzo (direttore artistico Gender Bender Festival di Bologna) con un intervento su Il Teatro Arcobaleno. Un progetto destinato ai bambini e alle famiglie per decostruire gli stereotipi di genere.

La sessione sul WELFARE, coordinata da Mirco Zanaboni (IREOS) e Massimo Ridolfi (Azione Gay e Lesbica) alla presenza di Stefania Saccardi (Vicepresidente ed Assessora al Welfare della Regione Toscana), ha visto gli interventi di Barbara Santoni (psicologa e psicoterapeuta ASL di Firenze) con una relazione su Minority Stress e persone LGBTI e di Raffaele Lelleri (sociologo) sul tema Omosessualità e invecchiamento in Italia, mentre Enzo Cucco (presidente di LABDA di Torino) ha presentato Sportello LAMBDA Terza Età.

La giornata della domenica, coordinata da Valeria Santini e da Mauro Scopelliti, ha avuto invece un taglio di riflessione più interna sulle strategie politiche che possiamo/vogliamo adottare e sulla possibilità di individuare degli obiettivi comuni per un Movimento come il nostro, che negli anni ha evidenziato livelli di complessità sempre più crescenti a fronte di pochissime conquiste sul fronte del riconoscimento giuridico.
Al confronto hanno partecipato rappresentanti di svariate Associazioni nazionali e locali, fra cui Arcigay e Arcilesbica nazionali, Certi Diritti, Circolo Mario Mieli di Roma, Rete Lenford – Avvocatura LGBT, MIT Movimento Identità Trans, e così via.

 

PATROCINI:

Regione Toscana, Comune di Firenze

 

COLLABORAZIONI e SUPPORTO:

CESVOT, ARCI Comitato Territoriale di Firenze, ANPAS TOSCANA, Comitato Gay e Lesbiche Prato, CAR2GO, FABRIK

RASSEGNA STAMPA:

Servizio TG Regionale domenica 15 febbraio 2015

Articolo gonews.it Firenze

Articolo Met

Articolo sito ARCI

Articolo sito ANPAS

Portale Giovani del Comune di Firenze

fb-rainbow

 
PAGINA FACEBOOK DELL’EVENTO

azionegayelesbica

AZIONE GAY E LESBICA è una associazione ONLUS che lavora dal 1989 per la pari dignità, i diritti e la qualità della vita di lesbiche e gay. Gestisce a Firenze una sede aperta ai contributi di tutte/i coloro che lo vogliono, all'interno della quale è presente un vasto Centro di Documentazione e si svolgono attività culturali, politiche ed aggregative.
Ha al suo attivo la pubblicazione di svariati volumi a tematica lesbica e gay ed ha realizzato, con il sostegno della Commissione Europea, del Comune e della Provincia di Firenze e di altri enti locali, progetti volti a combattere il bullismo omofobico nelle scuole, la violenza contro lesbiche e gay e la discriminazione per orientamento sessuale. Nel 2009 ha organizzato il convegno "Una ribellione necessaria. Lesbiche, Gay e Trans: 40, 30, 20 anni di movimento" e nel 2014 una campagna di visibilità in tutta la Toscana.
Sue e suoi esponenti hanno sempre militato attivamente nel movimento gay e lesbico italiano e da oltre vent'anni organizza, con il marchio Necessariamente, le feste LGBTI più note della Toscana.

logo ireos

IREOS è un'associazione di volontariato che opera a Firenze nell'ambito della promozione della salute, della cultura e dei diritti della Comunità Queer, ossia di gay, lesbiche, transgender, transessuali e bisessuali. L'associazione gestisce da oltre 20 anni un Consultorio della Salute che offre consulenze, gruppi di autoaiuto, gruppi di sostegno, counseling e dove è possibile fare il test dell'HIV (grazie ad un protocollo di intesa con la ASL). Da tredici anni propone il Florence Queer Festival, rassegna internazionale di cinema ed arti a tematica gay, lesbica e transgender ed il Video Queer, concorso per cortometraggi. Insieme ad Arcilesbica Firenze, IREOS gestisce un Centro di Documentazione ed un PAAS Punto di Accesso Assistito ad Internet. Ha promosso e realizzato interventi nelle scuole dell'infanzia e in quelle primarie e secondarie, in collaborazione con il Comune di Firenze e l'Università di Firenze. Organizza presso la propria sede mostre, feste e cene ed altre attività ricreative rivolte alla Comunità Queer.